articoli
Ribollita Toscana
La ribollita toscana: una zuppa buona anche il giorno dopo. E quello dopo ancora.
La ribollita toscana: una zuppa buona anche il giorno dopo. E quello dopo ancora.

Nonostante sia semplicissima da realizzare la ribollita è uno dei piatti tipici più gustosi della cucina toscana. Scoprite insieme a Firenzeexplorer i segreti, la storia e la ricetta della vera ribollita toscana. Assaggiatela in una delle osterie di Firenze e vorrete sicuramente imparare a cucinarla.
E’ un piatto povero e di origine contadina. Prende il nome proprio dal fatto che, questa squisita zuppa, veniva bollita e ri-bollita nei giorni successivi per ripresentarsi calda e sempre più buona nei piatti dei lavoratori delle terre toscane. E’ proprio questa l’essenza della ribollita toscana, zuppa originaria di Firenze a base di cavolo nero, pane toscano e fagioli, e cioè essere un piatto di facile realizzazione e pronto da mangiare anche nei giorni successivi. Il modo migliore per riscaldare la ribollita è al forno a legna, ed aggiungerci un goccio d’olio d’oliva ed una cipollina e crudo ne amplificheranno il sapore.
Firenze è piena di osterie e trattorie dove gustare un’ottima ribollita. Il Tranvai, per esempio, storico ristorante nel quartiere popolare di San Frediano a Firenze, la fa in un modo eccezionale aggiungendo tocchi di personalizzazione che difficilmente la proprietaria vi svelerà. Da Pepò la ribollita ve la portano al tavolo e davanti a voi gli danno una ricca spolverate di pepe nero macinato all’istante ed una innaffiatina con dell’olio toscano, per renderla ancora più gustosa.
Chiariamoci, essendo la ribollita un piatto che nasceva con ortaggi e legumi che le contadine trovavano nell’orto, è difficile avere una ricetta vera e propria: a discrezione si può aggiungere qualsiasi cosa fermi restando il cavolo ed il pane. La ricetta qui proposta è infatti un vademecum da trattare con le pinze e da arricchire con gli ingredienti che più vi aggradano o con quello che avete nel frigorifero.
Le indicazioni su gli ingredienti base ve le abbiamo date, ora tocca a voi aggiungere il vostro tocco e farlo diventare l’ingrediente segreto della vostra ribollita toscana.