articoli
Pecorino Toscano
Fresco o stagionato? Basta che sia pecorino toscano
Fresco o stagionato? Basta che sia pecorino toscano

Il pecorino toscano è un formaggio a Denominazione di Origine Protetta (DOP) dall’inconfondibile sapore casareccio. Prodotto in diverse zone segue anche differenti stagionature ed è per questo che si presenta fresco oppure “invecchiato”. Scopriamo insieme un po’ di curiosità sul pecorino toscano, specialità che tutto il mondo ci invidia.


Quando si parla di toscana il confine tra cucina e cultura è spesso labile ed infatti anche per il pecorino toscano esistono illustri citazioni in importanti opere letterarie. Tra i primi a parlarne fu Plinio il Vecchio nel suo "Naturalis Historia", dove si accenna alla produzione di questo misterioso formaggio tipico toscano. Proprio la produzione è un punto focale attestante la qualità di questo prodotto; per poter infatti ottenere la Denominazione di Origine Protetta serve che vengano rispettate delle vere norme produttive riguardanti la zona in cui il formaggio è realizzato, la materia prima utilizzata e le norme specifiche di trattamento. Ad esempio Il latte deve essere coagulato ad una temperatura compresa tra i 33° e i 38°. Per quanto riguarda la diversa stagionatura, questa è tangibile per il consumatore solo a prodotto ultimato: ad esempio il pecorino di Pienza , uno dei più famosi ed ovviamente prodotto nell’omonima località, deve “invecchiare” diversi mesi prima di poter essere riconosciuto con questo nome. Questo tipo di pecorino presenta la crosta gialla e la pasta giallo paglierino a struttura compatta, tenace al taglio, con possibile occhiatura piccola ed irregolare.

Per proteggere e garantire l’autenticità del vero pecorino toscano è stato da diversi anni istituito un Consorzio di Tutela di questo formaggio, con un rigido statuto interno, i cui scopi sono attestarne la qualità e diffonderla in tutto il mondo difendendo questo nobile prodotto dalla concorrenza di falsi.

A Firenze ed in tutta la toscana sono diversi i luoghi dove vi capiterà di assaggiare il pecorino toscano: praticamente tutte le osterie, trattorie, wine bar e fiaschetterie dispongono di antipasti che comprendono un misto di salumi e formaggi. Molto buono ad esempio è l’assortimento che propone il Santo Bevitore di Firenze, osteria wine bar dall’ambiente tradizionale e trandy allo stesso tempo.

Quando vi imbattete in questo tipo di prodotto non esitate a chiedere delucidazioni sull’effettiva provenienza e stagionatura così da essere sempre ben informati sulla qualità del pecorino toscano che state assaggiando.

In pecorino veritas…